Investment Institute
Take 2

La Fed aumenta i tassi e segnala un ulteriore rialzo, la BCE evoca prospettive incerte a causa delle difficoltà bancarie

  • 27 Marzo 2023 (3 min di lettura)

Fatti salienti

La Federal Reserve (Fed) statunitense ha alzato i tassi d’interesse di 25 punti base (pb) al 4,75%-5%, continuando a segnalare un ulteriore rialzo nonostante la costante incertezza legata alle turbolenze nel settore bancario. La banca centrale ha definito probabile un ulteriore incremento dei tassi nel 2023, discostandosi per la prima volta in un anno dalla precedente indicazione di “aumenti continui”. Il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che il fallimento di Silicon Valley Bank non denota una debolezza più ampia del sistema bancario, che ha descritto come “solido e resiliente”. Ha tuttavia aggiunto che i recenti sviluppi si sarebbero verosimilmente tradotti in condizioni di credito più restrittive, suscettibili di avere “un importante impatto macroeconomico” e che, alla luce di questa aspettativa, il Comitato ha preferito non segnalare altri innalzamenti nei mesi a venire.

 

Notizie dal mondo

L’inflazione permane motivo di grave preoccupazione per le banche centrali. La presidente della Banca centrale europea (BCE) Christine Lagarde ha dichiarato che l’istituto adotterà un approccio “robusto” alla futura fissazione dei tassi e resterà pronto ad agire in attesa di “chiare prove che l’inflazione sottostante tenda al ribasso”. Tuttavia, Lagarde ha ammesso che le vicissitudini nel settore bancario hanno reso le prospettive “più incerte”.  Nel frattempo, la Banca d’Inghilterra ha alzato come previsto il tasso di riferimento di 25 pb al 4,25%, mentre l’inflazione annuale del Regno Unito è inaspettatamente salita per la prima volta in quattro mesi, dal 10,1% di gennaio al 10,4% di febbraio, trainata soprattutto dai crescenti costi dei generi alimentari.

 

Il numero sotto i riflettori: $ 3 miliardi

Il Fondo monetario internazionale (FMI) ha approvato un prestito di $ 3 miliardi in favore dello Sri Lanka, nel tentativo di “ripristinare la sua stabilità macroeconomica e la sostenibilità del debito nazionale”. Nell’ambito dell’Extended Fund Facility (meccanismo di finanziamento allargato), il FMI erogherà inizialmente $ 333 milioni, a cui ne seguiranno altri nei prossimi mesi. Dopo il crollo delle riserve valutarie, lo Sri Lanka è da tempo alle prese con una crisi finanziaria, caratterizzata da disordini e carenze croniche di beni di prima necessità. Il FMI ha affermato che l’accordo quadriennale dovrebbe spingere altri partner di sviluppo ad offrire il proprio sostegno per aiutare a “sbloccare il potenziale di crescita del Paese” e favorire la sua ripresa.

 

La parola della settimana: Carburante sostenibile per l’aviazione

E' un biocarburante che ha proprietà chimiche simili a quelle del carburante per l’aviazione convenzionale, ma con emissioni di gas serra potenzialmente molto inferiori. I carburanti sostenibili per l’aviazione sono al momento piuttosto cari e difficili da reperire, ma alcune compagnie aeree hanno acquistato ingenti quantità e un vettore destina una piccola parte di ogni biglietto venduto per contribuire a coprire i costi aggiuntivi. I carburanti possono essere prodotti utilizzando olio da cucina, rifiuti urbani o biomassa legnosa. Stando a un rapporto della scorsa settimana, l’Unione europea sta valutando la possibilità di introdurre obiettivi per l’utilizzo di tali carburanti a partire dal 2030 per tutte le compagnie aeree che desiderano ottenere una certificazione “verde”.

 

Prossimamente

Lunedì sarà pubblicato l’indice attentamente seguito Ifo Business Climate. A febbraio l’indicatore tedesco ha raggiunto un massimo da otto mesi a 91,1, rispetto al 90,1 rivisto al ribasso di gennaio. Martedì verrà comunicato il più recente benchmark S&P/Case-Shiller US Home Price, mentre giovedì giungerà un’ondata di misure di opinione nell’eurozona, tra cui gli ultimi indici sul sentiment economico, industriale e dei servizi. La stima finale sulla crescita del PIL statunitense nel quarto trimestre è in programma giovedì, mentre l’eurozona annuncerà venerdì i dati preliminari sull’inflazione di marzo; a febbraio l’indice dei prezzi al consumo della regione è sceso all’8,5% su base annua, un minimo da maggio 2022.

Ti potrebbe interessare

Take 2

Negli USA l’inflazione frena; in Francia inizia la nuova legislatura parlamentare

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 12 Luglio 2024 (3 min di lettura)
Take 2

Nell’Eurozona l’inflazione scende; nel Regno Unito i laburisti stravincono le elezioni

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 05 Luglio 2024 (3 min di lettura)
Take 2

Il PIL USA è stato rivisto al rialzo; l’inflazione canadese è salita a sorpresa

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 01 Luglio 2024 (3 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.