Investment Institute
Outlook Annuale

Canada Outlook – Sticky core inflation challenges Bank of Canada

  • 01 Dicembre 2023 (5 min di lettura)

Key points

  • 2023 growth was firmer than forecast, but GDP has stagnated since Q2 and is on the brink of recession. The lagged impact of policy tightening is a key risk
  • Inflation fell broadly in line with expectations, but core measures remain elevated. Elevated unit labour costs will make reaching the 2% target a challenge
  • Rates have likely peaked at 5.00%; we see a delayed easing cycle from July 2024 to 3.50% by July 2025

On the cusp of recession

Canada’s economy fared better than we feared a year ago, helped by a strong start and resilient neighbour. But growth has stagnated since Q2 and recession is a threat as households weather the lagged impact of Bank of Canada (BoC) tightening. Moreover, with strong population growth (2.9% to mid-year), Canada’s per capita GDP growth was the worst in the G7.

The household sector is a key concern. Like UK households, Canadians are set to bear the brunt of monetary policy tightening. By end-2023 only around 40% of households will have seen mortgage resets reflecting higher rates. That will rise above 60% by end-2024 and 80% by end-2025. We forecast a softening in jobs growth and slower wage gains to soften real income growth even as inflation falls. And Canadian households are highly indebted compared to G7 peers, providing less scope for rising borrowing. That said, unlike in the US, households still have elevated savings which should cushion spending, but we    expect continued weakness in consumption and modest contraction in coming quarters.

Beyond household weakness, recent corporate profit declines, higher rates and a weak outlook should see business investment retracement over coming quarters, albeit that Canada has been a beneficiary of US investment incentives supporting foreign direct investment. Moreover, an expected slowing in external growth is likely to weaken exports – even as a terms of trade boost supported exports this year. Net trade looks set to be neutral in 2024 and 2025, from a strong boost in 2023. We forecast GDP growth of 1.1% this year, followed by 0.5% next year and 1.7% in 2025. Weaker US or China growth would push the economy into recession, as could a bigger lagged impact from the BoC’s tightening.

Inflation has fallen from 8.1% in June 2022 to 3.1% in October. Inflation should average 4.0% in 2023, close to the 4.2% envisaged a year ago. Most disinflation has reflected energy base effects and core measures remain elevated leading the BoC to warn of core inflation stickiness. We forecast inflation to fall further to average 3.2% in 2024 and 2.6% in 2025.

 

Exhibit 1: Weak productivity adds to BoC inflation challenge

Image
 

Canada faces idiosyncratic and interrelated challenges in achieving core disinflation. It is a high-migration economy; it has high housing costs and relatedly elevated household debt; and it has suffered from weak productivity growth since the pandemic – unusual given its high-skilled migration policy. A sharp increase in public sector employment and protracted business investment weakness are proximate causes of this, but the International Monetary Fund has raised concerns about resource misallocation, highlighting similarities with other economies experiencing housing booms. Weak productivity looks set to keep unit labour costs elevated and challenge core inflation returning to 2% even in 2025 (Exhibit 1).

The BoC is focused on getting inflation to target and is very concerned about core inflation. Yet, the economy appears on the brink of recession, threatening a more meaningful adjustment in housing with financial stability repercussions. We expect the BoC to leave policy at 5.00%, allowing real rates to increase over the next few quarters. Yet concerns about inflation stickiness suggest a slower easing in policy next year, even in the face of weak growth. We forecast the BoC to cut rates by 125bps over 12 months from July 2024, taking the key rate to 4.25% by end-2024 and 3.5% by July 2025. This is slightly later than markets forecast – and what pure policy rules imply. These challenges highlight why the BoC is keen for fiscal and monetary policy to be aligned, something Finance Minister Chrystia Freeland’s recent Budget broadly delivered.

Scarica l'outlook del Canada
Scarica il documento (192.87 KB)
Vidéo: Outlook 2024-2025 (Webinar)
Mercati La Parola a Tentori

Outlook 2024-2025 (Webinar)

  • by Alessandro Tentori
  • 05 Dicembre 2023 (15 min di lettura)
Investment Institute
Outlook 2024: USA avanti, Europa col freno, no recessione
Mercati Outlook Annuale

Outlook 2024: USA avanti, Europa col freno, no recessione

  • by Alessandro Tentori
  • 05 Dicembre 2023 (5 min di lettura)
Investment Institute
Macro outlook– Twin Policy Test
Mercati Outlook Annuale

Macro outlook– Twin Policy Test

  • by Gilles Moëc
  • 04 Dicembre 2023 (5 min di lettura)
Investment Institute

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.