Investment Institute
Viewpoint Chief Economist

Zeitenwende

  • 28 Febbraio 2022 (7 min di lettura)

Key Points

  • The stepped-up sanctions will trigger a very significant macro-financial crisis in Russia.
  • The EU – and particularly Germany – have made a time-defining strategic choice on defense. The natural and necessary complement to this new assertiveness on foreign policy and defense is more fiscal mutualization.
  • The partnership between Russia and China will be asymmetric. Moscow is in a position of weakness.

The EU has very significantly stepped up its reaction to the war in Ukraine. The restriction on the Russian central bank access to its own assets combined with a selected ban on SWIFT has the potential to trigger a far-reaching macro-financial crisis in Russia. In the economic realm, beyond the immediate market reaction which may force Western central banks to stand ready to extend liquidity, the next crucial issue is to see how Moscow responds on gas and oil supply. The wholesale energy market is unlikely to wait anyway and we need to brace ourselves for another steep rise in energy prices, which would visibly affect the EU’s growth trajectory.

Sanctions were only one aspect of the EU’s tougher stance. Germany has jettisoned its traditional attitude towards Russia, defense, and military implication in Europe, and accepted the financial cost of such a shift, which Christian Lindner, a fiscal hawk, explicitly said would be covered by debt. This is likely to be a signal for a general move towards more military spending in the EU. Together with the cost of the energy transition – made even more urgent by the new geopolitical configuration – the fiscal burden continues to rise from the already elevated level left by the pandemic crisis. For now, we think the ECB will choose prudence and is likely to be flexible on the fate of the APP, which would help keep sovereign funding cost low. However, in the medium run, this can’t be a sustainable set-up. The solution probably lies in another step ahead on fiscal mutualization, extending the scope and size of the Next Generation framework. Now that the EU is taking the first steps towards “federalizing” its defense, pooling its resources to fund a share of military aid to Ukraine, the logical next move is in the fiscal realm to mutualize the transitory macroeconomic cost of this new strategic assertiveness.

An even tighter partnership between Russia and China is likely to be a consequence of the current crisis. Financial and trade links have already intensified these last few years. It is likely to be a very asymmetric partnership though. Russia is running out of alternatives, and its economic prospects are poor. China can diversify its energy supply with Russian gas and oil without providing unambiguous support to Moscow.

Ti potrebbe interessare

Viewpoint Chief Economist

Beware of Contagion

  • A cura di Gilles Moëc
  • 26 Settembre 2022 (5 min di lettura)
Viewpoint Chief Economist

QT on the European Radar

  • A cura di Gilles Moëc
  • 12 Settembre 2022 (5 min di lettura)
Viewpoint Chief Economist

Policy Mixology: Finding the Right Dosage

  • A cura di Gilles Moëc
  • 05 Settembre 2022 (5 min di lettura)

    Disclaimer

    This document is for informational purposes only and does not constitute investment research or financial analysis relating to transactions in financial instruments as per MIF Directive (2014/65/EU), nor does it constitute on the part of AXA Investment Managers or its affiliated companies an offer to buy or sell any investments, products or services, and should not be considered as solicitation or investment, legal or tax advice, a recommendation for an investment strategy or a personalized recommendation to buy or sell securities.

    It has been established on the basis of data, projections, forecasts, anticipations and hypothesis which are subjective. Its analysis and conclusions are the expression of an opinion, based on available data at a specific date.

    All information in this document is established on data made public by official providers of economic and market statistics. AXA Investment Managers disclaims any and all liability relating to a decision based on or for reliance on this document. All exhibits included in this document, unless stated otherwise, are as of the publication date of this document.

    Furthermore, due to the subjective nature of these opinions and analysis, these data, projections, forecasts, anticipations, hypothesis, etc. are not necessary used or followed by AXA IM’s portfolio management teams or its affiliates, who may act based on their own opinions. Any reproduction of this information, in whole or in part is, unless otherwise authorised by AXA IM, prohibited.

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.