Investment Institute
Take 2

La Russia vieta le vendite di petrolio ai Paesi che applicano un tetto al prezzo, la Banca del Giappone aumenta gli acquisti di obbligazioni

  • 02 Gennaio 2023 (3 min di lettura)

I mercati si sono lasciati alle spalle un anno difficile, dominato dalle conseguenze dell’invasione russa in Ucraina, dai costanti problemi legati al COVID-19 in Cina e dalle implicazioni di politica monetaria a seguito di un’inflazione persistente in molti Paesi, soprattutto negli Stati Uniti. Alla chiusura di giovedì, l’indice azionario MSCI World si avviava a cedere nell’anno circa il 18%, mentre il JP Morgan Global Government Bond abbandonava più del 17%1 . Tra i principali listini azionari, il Nasdaq tech ha esibito la flessione più significativa, perdendo nel corso dell’anno oltre il 32%. Stando al nostro outlook, nel 2023 l’inflazione calerà avvicinandosi agli obiettivi delle banche centrali, in un contesto segnato da una crescita globale debole, prima che emerga una lenta ripresa nel 2024.

 

Notizie dal mondo

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto teso a vietare le vendite di petrolio ai Paesi che adottano un tetto di $ 60 al barile per il greggio russo trasportato via mare. Il decreto, che prevede una clausola per permettere a Putin di annullare il divieto in casi particolari, entrerà in vigore il 1° febbraio con una durata prevista di cinque mesi. Il tetto, sostenuto dai Paesi del G7, dall’Unione europea e dall’Australia, è stato imposto dal 5 dicembre in risposta alla guerra condotta dalla Russia in Ucraina. In seguito alla notizia, i prezzi del petrolio sono saliti, per poi tornare a scendere sulla scia dei timori per l’impatto di una recrudescenza del COVID-19 in Cina dopo la revoca delle restrizioni.

 

Il numero sotto i riflettori: ¥ 16.000 miliardi

La Banca del Giappone (BoJ) ha dichiarato che gli acquisti non programmati di obbligazioni nella scorsa settimana hanno portato il totale di dicembre a circa ¥ 16.000 miliardi, un valore prossimo al record mensile di giugno. L’istituto continua a perseguire una politica volta a migliorare il funzionamento del mercato. In una sintesi delle opinioni pubblicata dopo la riunione di dicembre, i decisori politici hanno ribadito la necessità di mantenere tassi d’interesse ultra-bassi. Il documento riportava inoltre le discussioni dietro la decisione a sorpresa della BoJ di modificare il controllo della curva dei rendimenti. Nel frattempo, a novembre la produzione industriale giapponese è diminuita per il terzo mese consecutivo (-0,1% rispetto al mese precedente), a causa di una fragile domanda globale. Il calo si è però rivelato inferiore alle stime consensuali.

 

La parola della settimana: Carbonio blu

E' il carbonio immagazzinato nel suolo o nella vegetazione intorno alle aree costiere. Secondo il World Wildlife Fund for Nature, questi ecosistemi, spesso costituiti da vaste aree di mangrovie o alghe, possono immagazzinare un volume di carbonio circa quattro volte superiore a quello di una foresta tropicale sulla terraferma. Possono inoltre fungere da supporto vitale per la biodiversità e fornire protezione e reddito alle comunità locali. Il premio AXA IM Research Award di quest’anno è stato conferito alla dott.ssa Ana Queiros del Plymouth Marine Laboratory del Regno Unito, per il suo lavoro sulla gestione degli oceani e sullo sviluppo del carbonio blu come soluzione basata sulla natura nella lotta al cambiamento climatico.

 

Prossimamente

Nel corso della settimana verranno annunciati molteplici indici dei direttori agli acquisti (PMI), tra cui i dati ufficiali per il settore manifatturiero, i servizi e quelli compositi di eurozona e Stati Uniti, nonché le statistiche della società privata Caixin per la Cina. Il Federal Open Market Committee pubblicherà mercoledì il verbale della sua ultima riunione di politica. I dati commerciali di novembre per Germania, Canada e Stati Uniti seguiranno giovedì, come pure la fiducia dei consumatori giapponesi per il mese di dicembre. Venerdì giungerà la prima stima sull’inflazione dell’eurozona a dicembre.

  • Rm9udGU6IEZhY3RTZXQsIGRhdGkgYWdnaW9ybmF0aSBhbCAyOS8xMi8yMDIyLiBQZXJmb3JtYW5jZSBpbiBkb2xsYXJpIFVTQS4=

Ti potrebbe interessare

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2023 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.