Investment Institute
Take 2

La Fed in una posizione più restrittiva; La BCE lascia la porta aperta a maggiori rialzi

  • 11 Luglio 2022 (5 min di lettura)

Fatti salienti

La Federal Reserve statunitense potrebbe adottare una "posizione più restrittiva" anche se un aumento dei tassi di interesse potrebbe avere un "effetto negativo sull'attività economica maggiore di quanto previsto", come emerge dai verbali dell'ultima riunione di politica monetaria. Il Federal Open Market Committee ha indicato che probabilmente voterà per un aumento dei tassi di 50 o 75 punti base (bp) nella riunione di questo mese. Dai verbali dell'ultima riunione della Banca centrale europea (BCE) è emerso che la banca prevede un aumento dei tassi di 25 pb a luglio, lasciando aperta la porta a un rialzo più consistente a settembre. Da segnalare inoltre, nel Regno Unito, le dimissioni del primo ministro Boris Johnson da leader del partito conservatore, avviando il processo per una nuova elezione della leadership.

 

Notizie dal mondo

La BCE decarbonizzerà gradualmente le sue obbligazioni societarie, nell'ambito dei piani per incorporare ulteriormente il cambiamento climatico nelle sue operazioni di politica monetaria. La BCE ha dichiarato che terrà conto dei cambiamenti climatici negli acquisti di obbligazioni societarie, nel quadro delle garanzie collaterali, nei requisiti di informativa e nella gestione del rischio, per "sostenere la transizione ecologica dell'economia". Ha inoltre dichiarato che queste misure offriranno alle imprese e alle istituzioni finanziarie incentivi per essere più trasparenti e ridurre le loro emissioni di CO2. La presidente della BCE Christine Lagarde ha dichiarato che i cambiamenti dimostrano come la banca stia "trasformando l’impegno nella lotta ai cambiamenti climatici in azioni concrete".

 

Il numero sotto i riflettori: 78,6%

ll tasso di inflazione ufficiale della Turchia è salito al 78,6% a giugno, il livello più alto degli ultimi 24 anni, dal 73,5% di maggio. Tuttavia, secondo alcuni economisti e critici del governo del presidente Recep Tayyip Erdoğan, il tasso reale potrebbe essere quasi il doppio. Il modello economico di Erdoğan si è concentrato sul taglio dei tassi d'interesse per stimolare la crescita economica, facendo lievitare i costi in un Paese fortemente dipendente dalle importazioni, mentre anche la lira turca ha subito un forte calo.

 

La parola della settimana: Batteria a sabbia

L'uso di sabbia di bassa qualità per immagazzinare energia e contribuire a superare l'intermittenza delle fonti rinnovabili. Il primo impianto commerciale del sistema è stato realizzato in una centrale elettrica in Finlandia, utilizzando un silo contenente circa 100 tonnellate di sabbia da costruzione che, una volta riscaldata, è in grado di sostenere temperature fino a 500 gradi Celsius. L'aria calda prodotta può essere quindi scaricata in periodi di alti costi energetici o di scarsa disponibilità di fonti rinnovabili. Nella sua forma originaria, il sistema è più efficiente come fornitura di calore, invece di essere utilizzato per convertire il calore in elettricità.

 

Prossimamente

Martedì verranno pubblicati i dati dell'indice ZEW di luglio sul sentiment economico nell’eurozona, mentre mercoledì sarà la volta dei dati sul PIL del Regno Unito di maggio. Lo stesso giorno arrivano i dati aggiornati sull'inflazione di Germania, Francia, Spagna e Stati Uniti, mentre la Banca del Canada si riunisce per prendere una decisione sui tassi di interesse. Giovedì gli Stati Uniti comunicheranno la media su quattro settimane delle richieste di sussidi di disoccupazione. Venerdì la Cina annuncerà i dati sul PIL del secondo trimestre mentre gli Stati Uniti pubblicheranno i dati sulla produzione industriale e manifatturiera di giugno.

Ti potrebbe interessare

Take 2

L'OCSE rivede al rialzo le previsioni di crescita globale per il 2022, i verbali della Fed confermano che i rialzi potrebbero rallentare

  • A cura di AXA IM Investment Institute
  • 28 Novembre 2022 (5 min di lettura)
Take 2

I Paesi del G20 calibreranno il ritmo del ciclo rialzista; inattesa contrazione del PIL giapponese

  • A cura di AXA IM Investment Institute
  • 21 Novembre 2022 (5 min di lettura)
Take 2

Azioni sospinte dall’inatteso rallentamento dell’inflazione USA; inviti a regolamentare il greenwashing alla COP27

  • A cura di AXA IM Investment Institute
  • 14 Novembre 2022 (3 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.