Puntiamo sui trend a lungo termine contro la volatilità

  • 24 Novembre 2023 (5 min di lettura)

Concentrarsi sui trend a lungo termine nel settore tecnologico può contribuire a evitare le insidie della volatilità a breve termine. Questo settore offre già oggi una miriade di opportunità entusiasmanti attraverso l’innovazione in atto nella digitalizzazione, nell’automazione e nell’intelligenza artificiale (AI).

Si avvicina la fine dell’anno e per molti investitori arriva il momento di fare un bilancio di questi mesi, ma anche di pensare a cosa avere in portafoglio nel nuovo anno.

Per gli investitori azionari, i settori caratterizzati da crescita, come quello della tecnologia, sono stati al centro della difficile performance del 2022 e dell'impressionante ripresa nella prima metà di quest'anno, con il sentiment che è oscillato avanti e indietro in un contesto macro complesso.

Sfortunatamente, non c'è ragione di credere che i prossimi mesi porteranno maggiore certezza - o minore volatilità - sui mercati. Le pressioni inflazionistiche nelle principali economie del mondo continuano ad ammorbidirsi, ma sono ancora alte e alimentano i timori di tassi d’interesse potenzialmente ancora più elevati. Gli indicatori economici hanno sorpreso per la resilienza, in particolare negli Stati Uniti, scacciando il rischio di una recessione imminente; tuttavia, le prospettive di crescita per la Cina restano deboli e le questioni geopolitiche in corso potrebbero portare ulteriore volatilità.

Gli investitori non dovrebbero sminuire l’impatto sui mercati dei venti contrari a livello macroeconomico e globale, tuttavia riteniamo che esistano ancora da esplorare molte opportunità a lungo termine in settori interessanti della tecnologia. Soprattutto per investitori che hanno la forza di resistere alla volatilità a breve termine e di concentrarsi sulla crescita a lungo termine attraverso vari cicli di mercato.

Nella gestione di strategie incentrate sulla tecnologia, ad AXA IM abbiamo sempre mantenuto un approccio che punta a individuare società con fondamentali solidi esposte a temi significativi di lungo termine. Da sempre crediamo che investire in società “growth” di qualità, esposte a trend secolari pluridecennali, offra un miglior potenziale di sovraperformare i mercati azionari più ampi piuttosto che inseguire mode o investimenti di nicchia, o cercare di anticipare eventi macro con il trading a breve termine.

Settori chiave di opportunità

A nostro avviso, la domanda di nuove tecnologie da parte di imprese e consumatori continua a sostenere la crescita in settori quali l'intelligenza artificiale generativa (AI), l'automazione per rimediare alla carenza di manodopera e la rapida crescita della connettività digitale nell'intera società. Ognuna di queste opportunità è coperta dai nostri temi chiave nella tecnologia: economia digitale, automazione e robotica, e Metaverso.

Image

Economia digitale

L'economia digitale ha due potenti “driver” a sostegno della crescita a lungo termine: la tecnologia, in quanto siamo tutti consumatori sempre più connessi e meglio informati, e la demografia, in quanto una generazione di "nativi digitali" deve ancora raggiungere gli anni del picco del suo potenziale di spesa e, con l'aumento del suo reddito disponibile, molto più di questo potenziale può essere speso tramite canali digitali.

Ciò significa che le aziende hanno sempre più bisogno di adottare una mentalità digitale quando hanno a che fare con business partner, clienti e dipendenti. La digitalizzazione dei dati, il software-as-a-service (SaaS), l'analitica, l’AI e la sicurezza informatica giocano tutte un ruolo importante.

I risultati si vedono in una varietà di settori. Ad esempio, Workday è un fornitore di applicazioni cloud aziendali per la finanza e le risorse umane che soddisfano le esigenze di una moderna forza lavoro. La società offre soluzioni cloud per payroll, assunzioni, finanza e analitica per aziende, istituzioni educative e agenzie governative che intendono modernizzare le proprie capacità di back-office, come la gestione del capitale umano e le aree ad esso collegate, come finanza, pianificazione e approvvigionamento. E un’azienda come Goodman, che sviluppa e gestisce immobili industriali come strutture logistiche, magazzini e parchi aziendali, ha beneficiato della crescente domanda di datacenter per l'AI.

Image

Robotech

Le opportunità di investimento nella robotica sono offerte da trend tecnologici dirompenti che vanno dall'automazione delle fabbriche ai veicoli a guida autonoma. Tradizionalmente si pensava che la robotica fosse incentrata sulla manifattura di automobili o su applicazioni aerospaziali, ma negli ultimi dieci anni abbiamo visto una crescita notevole in altre aree, sostenuta dalle nuove tecnologie che hanno reso la robotica più capace, più flessibile e più facile da implementare, ampliandone il raggio d’utilizzo. Questa diversificazione della domanda di mercato finale in settori come la chirurgia robotica, l'assemblaggio di componenti elettroniche e l'automazione del magazzino ha creato nuove opportunità di investimento e trainato la crescita.

Negli ultimi due anni il tema del reshoring è diventato molto importante per l'industria della robotica, soprattutto negli Stati Uniti, ma anche in altre parti del mondo. Un sostegno pubblico significativo negli Stati Uniti, tramite leggi come l’Infrastructure Investment and Jobs Act, la Chips and Science Act e la legge sulla riduzione dell'inflazione (Inflation Reduction Act), sta dando grandi incentivi alle imprese che investono nella capacità produttiva nazionale. Quel che conta in questo caso è che la spesa in conto capitale sia supportata dal governo, quindi è meno sensibile all'andamento dell’economia ed è anche in progetti a lungo termine, che dovrebbero sostenere la durata di questa crescita.

In molti paesi il mercato del lavoro continua ad essere ristretto, con una costante carenza di manodopera che rappresenta una vera sfida per le imprese. Ad esempio, nel settore manifatturiero o nel magazzinaggio vediamo un minor numero di persone - in particolare tra i giovani - disposte a svolgere determinati lavori, data la natura dei ruoli e degli stipendi. Le aziende che devono far fronte all'aumento del costo del lavoro e alla carenza di manodopera stanno incorporando sempre più tecnologia e automazione nei loro processi proprio per aumentare l'efficienza e la produttività con la forza lavoro esistente o addirittura in contrazione. In altre parole, prevediamo che la carenza di manodopera e l'inflazione salariale saranno fattori trainanti della domanda di automazione nei prossimi anni. Con l'aumento del costo del lavoro, i periodi di recupero diventano più rapidi grazie all'introduzione dell'automazione, il che significa che l’automazione riguarderà sempre più settori. Per citare un esempio, l'azienda giapponese Keyence fornisce sensori e visori che vengono utilizzati nelle fabbriche di tutto il mondo per incrementare precisione, ispezione ed efficienza. Grandi aziende come Siemens poi si sono dedicate a sviluppare il “digital factory business” che collega digitalizzazione e automazione nel processo produttivo.

Image

Metaverso

Il Metaverso si è evoluto dal suo status di concetto emergente a quello di opportunità entusiasmante e investibile. In fondo si tratta della continuazione dei progressi innovativi e sempre più sofisticati nelle tecnologie a disposizione dei consumatori e delle aziende, accelerati da un significativo spostamento demografico verso l'intrattenimento, la socializzazione, il lavoro e la comunicazione online. Riteniamo di essere alle prime fasi di un trend a lungo termine che include nuove opportunità in quasi tutti gli aspetti della nostra vita, e ci aspettiamo che questa innovazione continui a un ritmo rapido.

Crediamo che un numero crescente di società presenteranno prodotti o servizi correlati al Metaverso. Recentemente abbiamo visto progressi significativi sul tema dell'intelligenza artificiale. Riteniamo che l'AI generativa sia un acceleratore chiave e che implementerà il Metaverso. Gli spazi virtuali, condivisi e immersivi richiedono una grande quantità di contenuti con cui gli utenti possano interagire. Dal momento che generare una grande quantità di contenuti prende molto tempo e richiede un lavoro intensivo, quello dei contenuti è stato un ostacolo significativo all'adozione diffusa del Metaverso.

Ma l’AI generativa offre soluzioni promettenti a questo problema e potrebbe offrire a chiunque abbia un’idea creativa la possibilità di darle vita. Diverse aziende che operano nello spazio del Metaverso stanno già utilizzando l'AI nei loro prodotti e servizi. Si va potenzialmente verso un maggior potere di elaborazione, un’AI più potente, e interessanti applicazioni per migliorare le esperienze nel Metaverso.

Ci sono società come Unity, il cui software aiuta a costruire esperienze immersive nel Metaverso utilizzando la realtà aumentata (Augmented Reality) e la realtà virtuale (Virtual Reality). Quest'anno ha annunciato l'intenzione di offrire due strumenti di AI generativa ai suoi sviluppatori di giochi. Mentre la società di semiconduttori Nvidia ha recentemente beneficiato della crescente domanda di chip per alimentare l'intelligenza artificiale generativa e i modelli linguistici di grandi dimensioni. Dato che le esperienze immersive e di Metaverso fanno affidamento all'accelerazione dell’AI basata sul cloud, riteniamo che l'azienda sia potenzialmente posizionata in prima linea per rendere possibile l’internet di prossima generazione.

Si stima che il mercato globale del Metaverso possa superare USD 1300 miliardi nel 2030.

Image

Fonte: Precedence Research.

Outlook

Spesso i titoli tecnologici sono considerati investimenti a lunga duration in parte per i loro cicli di ricerca e sviluppo e le esigenze di capex. Pertanto possono essere più sensibili a un contesto di tassi elevati. Nel contesto attuale questo non è così rilevante poiché le società tecnologiche oggi sono sempre più generatrici di liquidità con bilanci solidi e hanno meno bisogno di prestiti; di fatto, le società più ricche di liquidità potrebbero persino beneficiare di un contesto di tassi più alti. Nelle aree in cui investiamo gli ultimi risultati societari sono stati ampiamente positivi.

Il consumatore connesso e il futuro dell'automazione offrono interessanti opportunità di crescita a lungo termine. Eventi macroeconomici come i cicli dei tassi avranno un certo effetto e bisognerà gestire brevi periodi di volatilità, ma questa non è una novità, come si è visto durante precedenti periodi di volatilità, come nel 2017 dopo l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, la guerra commerciale USA/Cina del 2018, e più recentemente la pandemia che ha per molti versi favorito la traiettoria a lungo termine del settore tecnologico.

Sebbene i mercati potrebbero continuare a essere volatili, riteniamo che la nostra filosofia d'investimento finalizzata all'individuazione dei temi a lungo termine e delle società che beneficeranno di questi temi rimanga intatta nonostante le sfide sul breve termine.

Visita il nostro Fund Center

Azionario tematico
AXA WF Digital Economy

Oggi la tecnologia offre ai consumatori connessi un accesso senza precedenti a beni e servizi in tutto il mondo. Ma cosa significa l'ascesa dell'e-commerce per le aziende e gli investitori?

Scopri di più
Azionario tematico
AXA WF Metaverse

Il metaverso è una nuova, concreta ed entusiasmante opportunità trainata da società dinamiche che, a nostro avviso, hanno il potenziale per generare un forte crescita del settore nei prossimi decenni.

Scopri di più

Articoli correlati

Azioni

Azionario: il buon momento della tecnologia

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 21 Febbraio 2024 (7 min di lettura)
Azioni

Azionario: economia USA e risultati societari sostengono il sentiment positivo

  • A cura di Gilles Guibout
  • 08 Febbraio 2024 (5 min di lettura)
Azioni

Robotica: vediamo crescita grazie a domanda e legislazione favorevole

  • A cura di Tom Riley
  • 25 Gennaio 2024 (7 min di lettura)

    Informazioni importanti

    Le società sono citate a solo scopo illustrativo al 02/10/2023. La presente comunicazione di marketing non costituisce una ricerca in materia di investimenti o un'analisi finanziaria relativa a operazioni su strumenti finanziari né costituisce un'offerta di acquisto o di vendita di investimenti, prodotti o servizi e non deve essere considerata come una sollecitazione o una consulenza legale o fiscale, una raccomandazione per una strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata di acquisto o vendita di titoli.

    Capitale a rischio. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono diminuire o aumentare e gli investitori potrebbero non recuperare l'importo originariamente investito.

     

    Per maggiori informazioni sugli aspetti legati alla sostenibilità, si prega di fare riferimento al seguente link: https://www.axa-im.it/investimenti-responsabili/sfdr.

    La categorizzazione dei comparti è fornita sulla base della Direttiva Europea (EU) 2019/2088 relativa alle informazioni sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari ("Regolamento SFDR"). Si richiama l'attenzione sul fatto che, ad oggi, le norme tecniche di regolamentazione ("RTS") relative all'SFDR non sono state finalizzate e rimangono soggette all'approvazione e all'adozione formale da parte della Commissione Europea e del Parlamento e Consiglio Europeo.  Inoltre, ci possono essere ulteriori indicazioni in relazione all'interpretazione del regolamento SFDR. Stiamo monitorando da vicino gli sviluppi normativi, e la categorizzazione dei comparti potrebbe essere rivalutata e cambiare quando saranno pubblicati gli RTS e/o ulteriori linee guida.

    I fondi menzionati fanno capo ad AXA WORLD FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese UCITS IV approvata dalla CSSF, iscritta al "Registre de Commerce et des Sociétés" con numero B. 63.116, avente sede legale al 49, avenue J.F Kennedy L-1885 Lussemburgo, armonizzata ai sensi della direttiva 2009/65/CE le cui azioni sono ammesse alla commercializzazione in Italia. La Società è gestita da AXA Investment Managers Paris, società di diritto francese, con sede legale in Tour Majunga - La Défense 9 - 6, place de la Pyramide - 92800 Puteaux, iscritta al Registro delle imprese di Nanterre con il numero 353 534 506, e società di gestione di portafogli autorizzata dall’AMF con n. GP 92-008 in data 7 aprile 1992.

     

    Rischi principali AXA WF Robotech, AXA WF Digital Economy, AXA WF Metaverse:

    • Rischio di controparte: rischio di fallimento, di insolvenza o di inadempimento di una delle controparti del fondo, che potrebbe comportare un mancato pagamento o una mancata consegna.
    • Rischi dei mercati emergenti: i mercati emergenti o i paesi meno sviluppati possono incontrare più difficoltà sul fronte politico, economico o strutturale dei paesi sviluppati. Di conseguenza, l'investimento in questi paesi può provocare maggiori oscillazioni del valore del fondo rispetto agli investimenti in paesi più sviluppati.
    • Impatto di tecniche quali i derivati: alcune strategie di gestione comportano rischi specifici, come il rischio di liquidità, il rischio di credito, il rischio di controparte, i rischi legali, il rischio di valutazione, il rischio operativo e i rischi connessi agli strumenti sottostanti.
    • Leva finanziaria. L'uso di tali strategie può comportare il ricorso alla leva finanziaria, che può amplificare l'effetto delle oscillazioni di mercato sul Comparto, con un elevato rischio di perdite.

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.

    Contenuto riservato ad investitori professionali

    Questa sezione del sito potrebbe contenere informazioni non appropriate e di non immediata comprensione per gli investitori retail. Confermo di essere un investitore professionale, come definito dall'art. 35 della Delibera Consob n. 20307 del 15 febbraio 2018, di essere in possesso delle conoscenze e dell’esperienza di investimento necessarie associate a tale profilo.