Azionario: forti ribassi su tutte le piazze europee, si teme rallentamento crescita

  • 08 Luglio 2022 (3 min di lettura)

L’inflazione al rialzo ha avuto un forte impatto sui mercati azionari che a giugno hanno registrato un calo marcato su tutte le principali piazze finanziarie europee. Gli investitori temono un più forte rallentamento della crescita a livello globale nei prossimi sei mesi.

A giugno l’inflazione ha continuato a sorprendere al rialzo sia in Europa che negli Stati Uniti. Hanno cominciato ad apparire i primi impatti sulla domanda dei consumatori, facendo temere un rallentamento più marcato della crescita globale nel secondo semestre. Le banche centrali hanno reiterato la loro volontà di contrastare l’inflazione attraverso significativi rialzi dei tassi d’interesse, come quello di 75 punti base da parte della Federal Reserve nel corso del mese, accrescendo il rischio di un rallentamento più importante.

Se sui mercati obbligazionari l'iniziale violento rialzo dei tassi in reazione ai dati inflazionistici è stato infine cancellato di fronte ai timori di una possibile recessione, sui mercati azionari invece il trend è stato molto più chiaro con un marcato calo in tutte le piazze finanziarie occidentali prima a causa di una compressione delle valutazioni e poi dell'anticipazione di un futuro calo dei risultati societari.

 

AXA WF Framlington Italy fa leggermente meglio del mercato

Nel corso del mese il Ftse Italia All Share NT ha perso il 12,74%, penalizzato dalla tensione osservata sul btp dopo che la Banca centrale europea ha tardato ad affermare la sua volontà di lottare contro una possibile frammentazione dell’eurozona.

 Come sempre in una fase di crescente avversione al rischio, nessun settore ha resistito. I settori del consumo durevole e della sanità hanno solo beneficiato della loro natura difensiva, con un calo meno marcato. Al contrario, i settori più ciclici come gli industriali, le materie prime e l’energia hanno sofferto di più, penalizzati dalle prospettive di un rallentamento dell'attività in Europa e negli Stati Uniti.

In questo contesto, il nostro fondo AXA WF Framlington Italy è riuscito a contenere leggermente le perdite grazie in parte all’assenza di esposizione a Eni, che ha lasciato sul terreno oltre il 20%, ma anche grazie alla selezione di titoli quali Diasorin, Almawave, Labomar, Intercos, OpenjobMetis, Avio, GVS, Terna, che con ribassi di meno del 4% hanno dato prova di una certa resilienza.

Il fondo ha perso il 12,24% sulla Classe d’Azioni A EUR.1

 

Calo dei livelli delle valutazioni dei titoli più esposti alla crescita

Dal grafico qui sotto possiamo vedere che i mercati, con i recenti ribassi, sono ormai tornati su valutazioni che non sono più a premio sulla media storica. Le valutazioni dei titoli più esposti alla crescita (growth) sono calate, mentre quelli più economici sono rimasti generalmente allineati alla media storica. Si è verificata una correzione sui titoli più esposti al rialzo dei tassi.

Image

Fonte: AXA IM Research, Data stream e Bloomberg, 30 giugno 2022.

I titoli più cari hanno già effettuato una normalizzazione.

Image

Fonte: AXA IM Research, Data stream, MSCI e Bloomberg, 30 giugno 2022.

Per non essere solo esposti alle società di qualità (più esposte al tema della crescita), abbiamo ribilanciato il nostro portafoglio, aggiungendo anche titoli più “cheap” che potevano beneficiare di una correzione del mercato. Per esempio le banche, che fino a febbraio hanno giocato la loro parte, poi hanno perso un po’ di performance a causa dei timori per il rallentamento della crescita mondiale.

La correzione è stata effettuata sulla parte più cara degli indici dei mercati e questo vale sia per l’Europa che per l’Italia.

 

Rallentamento crescita resta maggiore preoccupazione

Nelle prossime settimane gli investitori dovrebbero rimanere concentrati sull'evoluzione del conflitto russo-ucraino e sull’inasprimento delle politiche monetarie da parte delle banche centrali al fine di combattere livelli record di inflazione, visti i rischi che ciò comporta per la crescita economica mondiale. Questi elementi avranno un impatto significativo sull'andamento dei mercati azionari e sugli stili (value/growth).

La volatilità dovrebbe rimanere elevata in questo periodo di tensione e scarsa visibilità. Riteniamo più che mai importante mantenere una buona diversificazione del portafoglio per poter affrontare tutti gli scenari. Rimaniamo fedeli alla nostra strategia di investimento concentrandoci su società che combinano la capacità di adeguare i prezzi, visibilità e/o prospettive di crescita attraverso l'esposizione a temi di lungo periodo, nonché una solida struttura finanziaria.

Sul medio periodo riteniamo che la strategia migliore sia quella di avere un piano di accumulo, specie se si vuole investire in un prodotto come il PIR che ha un orizzonte di cinque anni.

  • AXA IM, al 30 giugno 2022. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri.

Visita il nostro Fund Center

AZIONI
AXA WF Framlington Italy

Per ulteriori informazioni sul prodotto (performance, documenti correlati, ecc.), visita il nostro Fund Center.

Scopri di più

Ti potrebbe interessare

Azioni

Azionario: forte rimbalzo, ma possibile revisione al ribasso degli utili nei prossimi mesi

  • A cura di Gilles Guibout
  • 03 Agosto 2022 (5 min di lettura)
Azioni

Esperienze virtuali, opportunità reali: il potenziale del Metaverso

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 16 Giugno 2022 (5 min di lettura)
Azioni

Azionario: elevata volatilità, volano i titoli dell’energia

  • A cura di Gilles Guibout
  • 10 Giugno 2022 (3 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris - Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.

    Contenuto riservato ad investitori professionali

    Questa sezione del sito potrebbe contenere informazioni non appropriate e di non immediata comprensione per gli investitori retail. Confermo di essere un investitore professionale, come definito dall'art. 35 della Delibera Consob n. 20307 del 15 febbraio 2018, di essere in possesso delle conoscenze e dell’esperienza di investimento necessarie associate a tale profilo.