Investment Institute
Ambiente

Come investire responsabilmente?

  • 21 Marzo 2022 (5 min di lettura)

Se vogliamo investire seguendo un approccio “Responsible Investment” (RI), oggi abbiamo la possibilità di scegliere tra nuove opzioni d'investimento e di applicare questo approccio a tutte le asset class.

 

L'obiettivo ultimo di qualsiasi strategia è soddisfare le aspettative di ogni investitore. Ma se in passato le opportunità d’investire efficacemente seguendo un approccio Responsible Investment (RI) potevano sembrare limitate, oggi non è così. 

Un mercato maturo ha portato infatti alla proliferazione di nuove opzioni d'investimento nel corso degli ultimi anni, con la possibilità di applicare l'approccio RI a tutte le asset class.

Gli investimenti responsabili si possono declinare su tre livelli: screening1 , integrazione2 e impact investing3 , ciascuno applicabile a diverse asset class: azioni, obbligazioni, strumenti alternativi e immobiliare. Ogni livello può essere adattato in base al profilo del singolo mandato.

La capacità di applicare vari approcci di RI alle diverse asset class è frutto dei progressi compiuti dagli strumenti di analisi ambientale, sociale e di governance (ESG), che oggi sono molto sofisticati.

Image

Azioni

Gli investimenti azionari hanno beneficiato di una forte spinta dovuta alla maggiore efficacia dei sistemi di classificazione ESG, sia per gli approcci basati sullo screening che per quelli incentrati sull'integrazione del RI.

Il primo tipo di approccio è utilizzato per escludere posizioni in conflitto con i principi degli investitori, mentre l'integrazione ESG utilizza i punteggi per valutare in modo più strutturato la capacità o meno di un'azienda di accogliere importanti indicatori di potenziale creazione o erosione di valore.

In ultima analisi, i punteggi ESG ci danno informazioni rilevanti su rischi e  opportunità necessari per prendere decisioni d'investimento a lungo termine,  un aspetto particolarmente importante per i gestori attivi.

Per prendere decisioni basate sulle idee più convincenti, l'analisi fondamentale si deve concentrare sulla capacità di un'azienda di generare risultati sostenibili nel lungo periodo. Utilizzando la nostra analisi proprietaria, che individua le potenziali opportunità di generare valore in modo sostenibile e attraverso l'integrazione di controlli finalizzati a ridurre i rischi d'investimento, le strategie azionarie possono integrare considerazioni ESG nella decisione d'investimento.

Una componente critica nel processo decisionale dei gestori azionari è l'interazione con le società su temi chiave, che si esprime con la partecipazione e il voto nelle assemblee e in altre forme di engagement (coinvolgimento).

Prendiamo ad esempio l'impronta di carbonio: il dialogo costante con una società può servire a stabilire se questa stia intraprendendo iniziative adeguate per ridurre la sua impronta. Ove emerga il contrario, il gestore potrebbe decidere di disinvestire per evitare gli effetti dell'erosione della quotazione azionaria.

La misura del coinvolgimento attivo del gestore nelle società è particolarmente importante per gli investimenti sui mercati. L'Impact Investing punta a un cambiamento sociale positivo e, allo stesso tempo, persegue il raggiungimento di specifici risultati finanziari. La capacità di applicare un approccio di Impact Investing sulle piazze azionarie è piuttosto recente. 

Tra i requisiti di questo approccio figura la produzione intenzionale di specifici effetti sociali positivi superiori a quanto avverrebbe normalmente – dato più difficile da dimostrare se si opera sul mercato secondario, ovvero quello in cui titoli che sono già in circolazione possono venire scambiati. Riteniamo comunque che ci siano sicuramente le modalità per applicare l'Impact Investing anche a operazioni d'investimento sul mercato azionario.

Ad esempio, si può dire che generino un impatto sociale favorevole le imprese che producono effetti positivi attraverso i propri prodotti e servizi, ad esempio con la vendita di farmaci a basso costo o consentendo l'accesso all'istruzione a costi contenuti.  È però essenziale che il gestore degli investimenti proceda con cautela ed effettui le necessarie verifiche di due diligence per attestare l'intenzionalità di questi investimenti e dimostrare come essi abbiano effettivamente contribuito a risolvere le problematiche sociali o ambientali che li avevano motivati. 

La crescente pressione a occuparsi dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite, oggetto dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, avrà effetti rilevanti ai fini dello sviluppo del mercato dell'Impact Investing in società quotate. Finalizzati alla convergenza tra gli interessi degli investitori e aree di fondamentale significato sociale e ambientale come l'eradicazione della povertà, il miglioramento dell'accesso alla sanità e la gestione dell'impatto del cambiamento climatico, questi lodevoli obiettivi hanno richiamato grande attenzione. Le azioni di società quotate offrono una grandissima opportunità di "spostare l'ago della bilancia" in questo settore, ma è necessaria un'attenta analisi per identificare i risultati d'impatto autentici e intenzionali.

Obbligazioni

Per quanto riguarda gli investimenti obbligazionari, analisti e gestori sono sensibili alle incertezze del mercato, in quanto mirano a preservare il capitale e a identificare tutte le fonti di potenziali rischi di ribasso. A questo proposito, le emissioni RI contengono informazioni finanziarie essenziali, che consentono di determinare la qualità creditizia dell'emittente.

Image

I criteri ESG consentono poi di aggiungere un ulteriore livello di informazioni qualitative. I gestori possono incorporare queste informazioni nel loro processo decisionale, tenendo conto sia dei rischi che delle opportunità, e quindi applicarle ai rispettivi portafogli obbligazionari.

Una delle più efficaci dimostrazioni di RI in ambito obbligazionario è stata la rapida ascesa del mercato dei green bond, cresciuto esponenzialmente nel 2020 nonostante la pandemia di Covid-19. Oggi vale oltre $1000 miliardi con 532 emittenti totali4 . In poco tempo è passato da mercato di nicchia a credibile alternativa al mercato obbligazionario tradizionale.

I green bond consentono di investire in progetti trasparenti che offrono vantaggi ambientali, una fonte naturale di capitale a supporto dell'efficienza energetica, delle energie rinnovabili e di altri progetti connessi all'adattamento al clima che cambia e alla mitigazione dei suoi effetti.

Un aspetto peculiare dei green bond è il fatto che l'utilizzo dei proventi deve essere identificato in anticipo. Ciò implica la capacità di misurare sia l'impatto ambientale positivo specifico, sia il rendimento finanziario, in modo molto più trasparente.

Questa caratteristica è molto allettante per gli investitori alla ricerca di opportunità d'investimento d'impatto sul mercato obbligazionario pubblico. L'implementazione e il rispetto su scala mondiale dei Green Bond Principles5 darà maggiore sicurezza agli investitori, evitando di incappare in pratiche di “green washing”6 .

Image

Strumenti alternativi

L'investimento sul mercato azionario privato consente di avere un maggiore controllo sui singoli investimenti e si presta quindi all'Impact Investing: promuove il finanziamento di attività e progetti concepiti con l’obiettivo di produrre intenzionalmente un impatto positivo e misurabile sulla società civile, avendo al tempo stesso come obiettivo la generazione di un ritorno finanziario. Ciò è possibile in quanto la personalizzazione dell'informativa e dei dati pubblicati risponde meglio al duplice obiettivo di impatto finanziario e, al tempo stesso, sociale.

Poiché l’impatto sociale è pienamente integrato nel business model, non è necessario alcun compromesso tra efficacia dell’Impact Investing e risultati finanziari. L’Impact Investing sfrutta la forza del capitale per cercare di risolvere le “questioni reali” che deve affrontare la società civile. Si tratta di indirizzare l’uso del capitale verso una maggiore utilità.

Real Estate

Nel settore del real estate, un gran numero di iniziative e certificazioni spinge gli investitori e le società di sviluppo immobiliare a scegliere edifici più verdi e sostenibili. È probabile che, col tempo, gli investitori saranno sempre più interessati a edifici con buone performance di sostenibilità, riconosciute dalle certificazioni, che tenderanno a diventare lo standard del mercato.

Image

I gestori sono in grado di valutare il potenziale di certificabilità degli immobili affidati loro in gestione, attribuiscono valutazioni ESG e mettono in atto piani d'azione dettagliati allo scopo di migliorare la performance. Utilizzando i tool ESG, possono inoltre tenere sotto controllo aspetti quali l'energia, i rifiuti e l'uso delle risorse idriche, calcolando le rispettive impronte.

Di conseguenza, si può affermare che l'applicazione di un'analisi ESG ai portafogli immobiliari possa avere importanti vantaggi commerciali a lungo termine. Più del 75% del patrimonio gestito di AXA IM è analizzato secondo la sua metodologia interna di punteggio ESG su tutte le piattaforme d’investimento. Il gruppo punta ad avere il 75% del proprio patrimonio immobiliare gestito coperto da certificazione “verde” riconosciuta su scala internazionale entro il 20307 . Investe attivamente in un futuro a basse emissioni di carbonio, sia attraverso la creazione di infrastrutture per l’energia rinnovabile, che attraverso lo sviluppo di immobili all’avanguardia, o la rigenerazione e trasformazione di uno stock di edifici esistenti.

In tutte le asset class si possono individuare opzioni allettanti di RI. Esistono diversi approcci che corrispondono a diverse modalità del gestore di considerare i fattori ESG.

Infine, nell'attuale contesto gli investitori possono comprendere i rischi e le opportunità ESG in tutte le asset class. Siamo entrati in un nuovo paradigma in cui gli investitori hanno la possibilità di ottenere i rendimenti auspicati e, al tempo stesso, di promuovere un mondo migliore.

  • U2NyZWVuaW5nLiBOYXRvIGNvbWUgZmlsdHJvIHNlbGV0dGl2bywgYWxsbyBzY29wbyBzcGVjaWZpY28gZGkgZXZpdGFyZSBsJ2VzcG9zaXppb25lIGEgc29jaWV0w6AgZSBzZXR0b3JpIGluIGNvbnRyYXN0byBjb24gaSBwcmluY2lwaSBkZWdsaSBpbnZlc3RpdG9yaSwgb2dnaSBsbyBzY3JlZW5pbmcgdXRpbGl6emEgaWwgcHVudGVnZ2lvIEVTRyBwZXIgc3RhYmlsaXJlIGluIGNoZSBtaXN1cmEgY2lhc2N1biBwb3J0YWZvZ2xpbyB0ZW5nYSBjb250byBkZWkgcmlzY2hpIGUgZGVsbGUgb3Bwb3J0dW5pdMOgIGluIG1hdGVyaWEgZGkgYW1iaWVudGUsIHNhbHV0ZSBlIHNpY3VyZXp6YS4=
  • IEludGVncmF6aW9uZS4gTCdhcHByb2NjaW8gRVNHLWludGVncmF0ZWQgc2kgc2VydmUgZGVsbCdhbmFsaXNpIEVTRywgYmFzYXRhIHN1IHVuIHNpc3RlbWEgZGkgcHVudGVnZ2ksIGUgaW50ZWdyYSBxdWVzdGUgaW5mb3JtYXppb25pIG5lbGxlIGRlY2lzaW9uaSBkJ2ludmVzdGltZW50bywgb2ZmcmVuZG8gdW4gc2V0IGJlbiBkZWZpbml0byBkaSBvcHppb25pIGRpIHJpc2NoaW8gZSBvcHBvcnR1bml0w6Au
  • SW1wYWN0IEludmVzdGluZy4gU3RyYXRlZ2lhIGTigJlpbnZlc3RpbWVudG8gc29zdGVuaWJpbGUgY2hlIG1pcmEgYSBjcmVhcmUgdmFsb3JlIHBlciBs4oCZaW52ZXN0aXRvcmUgZSBwZXIgbGEgc29jaWV0w6AgbmVsIHN1byBjb21wbGVzc28gY2hlLCBuZWxsYSB2YWx1dGF6aW9uZSBkaSBpbXByZXNlIGUgaXN0aXR1emlvbmksIGludGVncmEgbOKAmWFuYWxpc2kgZmluYW56aWFyaWEgY29uIHF1ZWxsYSBhbWJpZW50YWxlLCBzb2NpYWxlIGUgZGkgYnVvbiBnb3Zlcm5vLg==
  • RGF0aSBBWEEgSU0sIDI4IGZlYmJyYWlvIDIwMjIuIEdyZWVuIGJvbmQ6IHRpdG9saSBkaSBkZWJpdG8gYXNzb2NpYXRpIGFsIGZpbmFuemlhbWVudG8gZGkgcHJvZ2V0dGkgY29uIHJpY2FkdXRlIHBvc2l0aXZlIGluIHRlcm1pbmkgYW1iaWVudGFsaSwgKEltcGFjdCBJbnZlc3Rpbmc6IGxhIGZpbmFuemEgYSBzdXBwb3J0byBkZWxs4oCZaW1wYXR0byBzb2Npby1hbWJpZW50YWxlLCBGb3J1bSBwZXIgbGEgRmluYW56YSBTb3N0ZW5pYmlsZSwgb3R0b2JyZSAyMDE3KS4=
  • R3JlZW4gYm9uZCBQcmluY2lwbGVzOiBsaW5lZSBndWlkYSBkZWZpbml0ZSBkYWxsYSBJbnRlcm5hdGlvbmFsIENhcGl0YWwgTWFya2V0IEFzc29jaWF0aW9uIHBlciBpbmNvcmFnZ2lhcmUgbGEgdHJhc3BhcmVuemEsIGxhIHByZWNpc2lvbmUsIGUgbGEgY29tcGxldGV6emEgZGVsbGUgaW5mb3JtYXppb25pIGRpdnVsZ2F0ZSBkYWdsaSBlbWl0dGVudGkgZGVpIHRpdG9saSBkaSBkZWJpdG8sIEltcGFjdCBJbnZlc3Rpbmc6IGxhIGZpbmFuemEgYSBzdXBwb3J0byBkZWxs4oCZaW1wYXR0byBzb2Npby1hbWJpZW50YWxlLCBGb3J1bSBwZXIgbGEgRmluYW56YSBTb3N0ZW5pYmlsZSwgb3R0b2JyZSAyMDE3
  • R3JlZW4gd2FzaGluZzogcXVhbmRvIHVuYSBzb2NpZXTDoCwgZ292ZXJubyBvIGFsdHJvIGVtaXR0ZW50ZSBzaSBlc3ByaW1lIGluIG1vZG8gaW5mb25kYXRvIGUgaW5nYW5uZXZvbGUgY2lyY2EgaSBiZW5lZmljaSBwZXIgbOKAmWFtYmllbnRlIGRpIHVuIGZvbmRvIG8gc3RydW1lbnRvIGZpbmFuemlhcmlvLCBBWEEgSW52ZXN0bWVudCBNYW5hZ2VycywgUkk6IEhvdyB3aWxsIGltcGFjdCBpbnZlc3RpbmcgbWVhc3VyZSB1cCBpbiB0aGUgbWFpbnN0cmVhbT8gUmVzcG9uc2libGUgSW52ZXN0bWVudCBBbm51YWwgUmV2aWV3IGFuZCBTdGV3YXJkc2hpcCBSZXBvcnQgMjAxNy8xOA==
  • Rm9udGU6IEFYQSBJTSBBbHRzLiBEYXRpIGFsIDMwIGdpdWdubyAyMDIxLCBub24gY2VydGlmaWNhdGku

Ti potrebbe interessare

Ambiente

Siamo 8 miliardi: come nutrire il mondo proteggendo il pianeta?

  • A cura di Tu Quynh Ly
  • 20 Novembre 2022 (3 min di lettura)
Ambiente

Non c'è più tempo: occorre agire contro la perdita di biodiversità (Infografica)

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 17 Novembre 2022 (3 min di lettura)
Ambiente

Consentire la transizione attraverso l'azione per la biodiversità (Video)

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 17 Novembre 2022 (5 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.