Economia USA: non mancano le opportunità sia nell’azionario che nell’obbligazionario

  • 02 Febbraio 2024 (5 min di lettura)

L’economia USA non ha smesso di crescere e anche quest’anno – nonostante i tassi alti e un possibile rallentamento della crescita – non mancheranno le opportunità per gli investitori sia nell’equity che nel fixed income. Pur condividendo la view di mercato sui tagli dei tassi, siamo convinti che saranno più contenuti di quanto il mercato non si attenda.

La stretta monetaria della Federal Reserve (Fed) non ha causato una recessione, come il consenso si aspettava a inizio 2023. Al contrario, gli Stati Uniti hanno sfidato le attese, registrando una crescita superiore alla media grazie alla vivace spesa al consumo e a un mercato del lavoro solido. E le banche centrali potrebbero tagliare meno del previsto, a cominciare dalla Fed.

“Per quest’anno i toni sono più ottimisti, ma le aspettative di crescita sono passibili di revisione e ciò può influenzare la politica monetaria e, di riflesso, la performance delle classi di attivo”, commenta Alessandro Tentori, CIO Europe di AXA IM. “Le nostre riflessioni si concentrano proprio sullo stato dell’economia americana e sulla tenuta, sia dei consumi, sia del mercato del lavoro. Quest’ultimo ha generato reddito disponibile corrente che ha compensato la fine del risparmio in eccesso, accumulato grazie alle misure adottate durante la pandemia, e ha sostenuto la spesa delle famiglie”.

Resta da chiedersi se la tanto telegrafata recessione sia stata semplicemente ritardata o evitata. Nonostante una crescita più forte, l’inflazione è scesa più rapidamente di quanto ci aspettassimo e probabilmente raggiungerà una media del 4,2% nel 2023, mentre la politica monetaria della Fed sembra aver raggiunto il picco con tassi d’interesse compresi tra il 5,25% e il 5,50%.

Pur in presenza di un’espansione superiore alle previsioni, prevediamo che una spesa al consumo più contenuta quest’anno porterà ad un rallentamento della crescita economica. Ma a meno che non si verifichino shock significativi, non prevediamo una recessione nel 2024.

 

Più cauti su un taglio dei tassi

Quest’anno gli investitori dovranno acclimatarsi al nuovo contesto di tassi “higher for longer”. Che non vuol dire che i tassi resteranno fermi. Con l’avvio del 2024 la view più gettonata è quella di un ribasso dei tassi di interesse da parte sia della Fed, sia della Bce. Anche noi prevediamo che nel corso di quest’anno le banche centrali metteranno mano a tagli dei tassi. Tuttavia, sottolinea Tentori, “pensiamo che i tagli saranno più contenuti di quanto il mercato non si attenda e prevediamo che, sia a Washington, sia a Francoforte, la riduzione sarà di 75 punti base e avverrà nella seconda metà dell’anno.”

Image

Inoltre, nelle loro decisioni le banche centrali saranno “data dependent”. Quindi, la reazione dei mercati a una revisione delle aspettative di politica monetaria potrebbe non essere quella sperata.

Secondo Tentori le aspettative dei mercati sono troppo ottimistiche. Soprattutto per gli Stati Uniti, dove l'economia promette di mostrarsi resistente ancora a lungo e la Fed guadagna sempre più margine per posticipare l'allentamento della politica monetaria e quindi metter mano ai tagli.

 

Ottimisti sia sull’equity che sul fixed income

Due domande saranno probabilmente nella testa degli investitori in questo inizio del 2024: le obbligazioni statunitensi riusciranno a scrollarsi di dosso la loro serie di perdite? E le azioni statunitensi riusciranno a mantenere il loro slancio? Nonostante la miriade di sfide che gli investitori devono affrontare, crediamo che ci siano buone ragioni per essere ottimisti. I rendimenti obbligazionari erano lungi dall’essere coperti di gloria nel 2023, ma ciò ha significato che i rendimenti sono saliti ai massimi pluriennali, preparandoli per rendimenti totali potenzialmente forti in futuro.

Guardando ai prossimi mesi, le obbligazioni societarie dovrebbero beneficiare di prospettive più favorevoli sui tassi di interesse, con le obbligazioni investment grade che attualmente offrono rendimenti a nostro avviso particolarmente interessanti.

Image

Per gli investitori azionari le soddisfazioni non sono mancate nel 2023: l'S&P 500 ha ottenuto un rendimento totale del 26% nel corso dei 12 mesi, mentre il Dow Jones ha chiuso vicino a un massimo record, guadagnando complessivamente il 16%. Ancora più forte è stato il Nasdaq, ad alto tasso di tecnologia, sostenuto dall’entusiasmo per l’intelligenza artificiale generativa (AI), che ha raggiunto un formidabile 45%.1

Non possiamo escludere che il mercato rialzista delle azioni statunitensi continui. Se i tassi di interesse e i rendimenti diminuissero – e la crescita continuasse – gli investitori potrebbero vedere proseguire lo slancio azionario positivo che ha caratterizzato il 2023.

Inoltre, il continuo entusiasmo per l’intelligenza artificiale con il suo potenziale di stimolo della crescita significa che alcune parti del mercato azionario potrebbero potenzialmente continuare a fornire una forte crescita degli utili e dei rendimenti agli investitori nel settore della tecnologia. 

In conclusione, nonostante il contesto di alti tassi d’interesse, pensiamo che anche nel 2024 non mancheranno opportunità, sia nell’equity che nel fixed income. Tassi di interesse più elevati offrono maggiori opportunità di reddito, soprattutto nei mercati obbligazionari, mentre un eventuale allentamento monetario dovrebbe migliorare le condizioni per la crescita del capitale, in particolare per le azioni. L’andamento dell’inflazione nella prima parte dell’anno e la reazione delle banche centrali saranno fondamentali per la volatilità e la forza finale dei rendimenti degli investimenti.

  • Rm9udGU6IEZhY3RzZXQsIERhdGEgYWwgMjkgRGljZW1icmUgMjAyMyAoaW4gVVNEKS4=
Webinar sui mercati

Aggiornati sui mercati in modo veloce, ma approfondito

Partecipa al webinar in diretta con Alessandro Tentori, CIO Europe AXA IM, ogni martedì alle 11.00

ISCRIVITI

Ti potrebbe interessare

Guida ai Mercati

Rispunta l’inflazione: ci saranno meno tagli dei tassi?

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 15 Febbraio 2024 (5 min di lettura)
Guida ai Mercati

Il convitato di pietra delle elezioni 2024

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 22 Gennaio 2024 (5 min di lettura)
Guida ai Mercati

Stati Uniti col turbo, ma resta incertezza per il 2024

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 08 Novembre 2023 (5 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.