Investment Institute
Viewpoint Chief Economist

Growing, (too) Fast and (too) Slow

  • 28 Agosto 2023 (10 min di lettura)

Key points:

  • Markets had a “grumpy August”. Bond yields rose in response to the US still growing too fast, while the confirmation of deflationary risks in China – and the lack of policy response - dampen investors’ animal spirits.
  • Euro area softness extends beyond Germany

In our latest Macrocast on 31 July we had left our readers with a – probably typically – pessimistic note, describing the short-term outlook for the Euro area as a “hardish landing” and expressing doubts on a soft landing being all what it is going to take to tame inflation in the US. We don’t feel chirpier after a few weeks’ rest and unfortunately it now seems the markets are also looking somewhat downbeat. As of Friday 26 August, the S&P500 was down nearly 4% on the month while the Dax lost a bit more than 5%. Summer markets can be fickle, and there has already been some rebound from the lows hit around 20 August, but investors’ caution could be justified as the world economy is having to deal with two unrelated headwinds. The confirmation of the resilience of the US economy is putting to rest the market’s hopes of a swift reversal of the Fed’s policy stance, which has pushed long-term yields further up, while the scenario of a “deflation trap” in China is getting more substantiated by the recent dataflow, with only timid policy response from Beijing so far. In a nutshell, economies are growing either “too fast” or “too slow”.

There is not one single “paradigm” explaining cyclical conditions across the main economic regions now. For China, Rogoff’s “debt supercycle” model is persuasive – but then the PBOC should react by engaging in more decisive rate cuts, to ease the pain of the balance sheet adjustment while structural reforms deal with the persistent imbalances in Real Estate. For the US, Charles Goodhart’s focus on a reversal of the balance of power on the labour market provides an interesting model.  

Europe finds itself faced with the double whammy of slower Chinese demand and some contagion from higher interest rates from the US which compound the ECB’s tightening. A new concerning development is that business confidence is deteriorating markedly outside Germany, affecting countries which so far had been performing rather well, such as France.

Growing, (too) Fast and (too) Slow
Scarica l'intero articolo (512.52 KB)

Ti potrebbe interessare

Viewpoint Chief Economist

The (welcome) Return of Boring

  • A cura di Gilles Moëc
  • 27 Maggio 2024 (10 min di lettura)
Viewpoint Chief Economist

Independence Wars Ahead?

  • A cura di Gilles Moëc
  • 20 Maggio 2024 (10 min di lettura)
Viewpoint Chief Economist

European Convergence

  • A cura di Gilles Moëc
  • 13 Maggio 2024 (10 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.