Investment Institute
Viewpoint Chief Economist

Plotting in the Open

  • 25 Marzo 2024 (10 min di lettura)

KEY POINTS

  • The Fed seems ready to tolerate accidents on the road to disinflation and maintains an easing narrative
  • We explore the possibility some broad-based monetary and currency disorder could be a consequence of another protectionist push in the US, with a succession of competitive devaluations.

Jay Powell steadied the Fed’s narrative last week, and with the “dot plot” still pointing to three cuts this year, the market was reassured. It seems the central bank has a relatively wide tolerance margin for accidents on the road to disinflation. This dovish message for this year was somewhat offset by an upward revision in the policy trajectory for the next two years and the longer run. This adds to the sense that the Fed believes the neutral rate has increased. This is reinforced by Powell’s point on the strength of the supply-side in the US, which allows disinflation to co-exist with a still very robust economy, an indication that potential growth has improved. The general impression that the global monetary stance is easing or about to ease was further fuelled by the Bank of England’s dovish message last week, together with the Swiss National Bank’s surprise cut.

Yet, beyond this convergence of central banks in the short term, we think there is a distinct risk of monetary and currency disorder as another trade war may be looming with the US presidential elections ahead. Even if they are not necessarily facing the same quantum of additional tariffs on their exports to the US, China and the Euro area may be tempted to allow their currencies to depreciate to maintain their competitiveness. This could be all the more tempting that spontaneously monetary policies could diverge from the Fed’s, as cyclical conditions in the US are stronger than in most of their key trade partners, and levying additional customs duties would in any case lift price pressure on American consumers. Even within NAFTA, tension could rise. The central bank of Mexico has already chosen to cut without waiting for the Fed, as capital inflows attracted by the perspectives of near shoring could excessively raise the already appreciating peso exchange rate. A succession of disorderly competitive devaluations could ensue across large swathes of the world economy, potentially intensifying support for even more protectionist measures,  both in the US and outside the US. 

Vidéo: Banche centrali: repricing (Webinar)
Mercati La Parola a Tentori

Banche centrali: repricing (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 30 Maggio 2023 (15 min di lettura)
Investment Institute
Tre tendenze da monitorare in Asia nel 2023
View di Investimento

Tre tendenze da monitorare in Asia nel 2023

  • A cura di Ecaterina Bigos
  • 20 Gennaio 2023 (5 min di lettura)
Investment Institute
Vidéo: Rischio di coda (Webinar)
Mercati La Parola a Tentori

Rischio di coda (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 21 Maggio 2024 (15 min di lettura)
Investment Institute

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.