Investment Institute
Viewpoint Chief Economist

Mind the Crowds!

  • 24 Giugno 2024 (10 min di lettura)
KEY POINTS
New polls with seat projections suggest RN is getting closer to the majority threshold in France, but a hung parliament remains the most plausible outcome.
France back under EDP is a reminder that fiscal space is non-existent. Using up domestic banks to absorb large public debt supply can be tempting but is ultimately economically toxic as it crowds out private sector funding.

The outcome of the French elections remains highly uncertain. Voting intentions are gravitating towards the three main blocks as those attached to smaller political families probably want to make their vote count, and RN retains its dominant position. More polls providing seat projections put RN closer to the majority threshold, but judging by the surveys a hung parliament remains (just) the most plausible outcome. A lot will depend on how many qualifying candidates from the historical government parties in third position in the first round will decide to withdraw from the second round to contain the far right.

The announcement by the European Commission that France, along with 7 other member states, is back under “Excessive Deficit Procedure” (EDP) – although it did not have much of an impact on spreads so far - is another occasion to realise that corrective action is needed to avoid a major drift in public debt. This is a blind spot in France’s current debate, organised around “moderately spendthrift” and “very spendthrift” proposals from the two political forces leading in the polls. Incidentally, the fact that Italy is again under EDP as well should be a reminder that the “Meloni blueprint”, often used to sketch out what could be the economic approach of a RN-led government in France, has not yet been tested for a potentially painful fiscal tightening under close EU monitoring.

French banks’ equity prices have improved slightly from their low on 14 June. Fortunately, their exposure to the sovereign is small relative to their Italian counterparts for instance. Yet, before the Great Financial Crisis of 2008, French and Italian banks had very similar levels of exposure. The experience acquired during the “bad old days” of the early 2010s suggests that going the “Italian way” and getting local banks to take up a rising share of local public debt, while understandable from a financial stability point of view, can become economically toxic as this crowds out lending to the private sector and depresses growth on trend. There is domestic space to absorb French debt, but using up this space would still entail a macroeconomic cost. 

Elections, protectionism and China-India divergence

In this first episode of The Sound of Finance, our host Gilles Moec shares his views on the European political agenda and speaks to Irina Topa-Serry about the position of China and its neighbour India, which is climbing the global economic ladder at a breathtaking pace.

Ascolta la puntata
Vidéo: Rischio di credito - Aggiornamento (Webinar)
Mercati La Parola a Tentori

Rischio di credito - Aggiornamento (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 09 Luglio 2024 (15 min di lettura)
Investment Institute
Looking for some Glue
Mercati Viewpoint Chief Economist

Looking for some Glue

  • A cura di Gilles Moëc
  • 08 Luglio 2024 (10 min di lettura)
Investment Institute

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione. Maggiori informazioni sulla politica dei reclami di AXA IM sono al seguente link: https://www.axa-im.it/avvertenze-legali/gestione-reclami. La sintesi dei diritti dell'investitore in inglese è disponibile sul sito web di AXA IM https://www.axa-im.com/important-information/summary-investor-rights.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2024 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.