Investment Institute
La Parola a Tentori

L’azionario è più razionale di quanto sembri

  • 28 Aprile 2022 (3 min di lettura)

È inutile nascondersi: le performance degli indici azionari sono pessime. L’MSCI World perde il 12.5% in dollari da inizio anno. Ma forse era lecito attenderselo, se avessimo saputo in anticipo che lo yield sul Treasury sarebbe aumentato di 135 punti base, peraltro in uno scenario geopolitico caratterizzato da una guerra in Mitteleuropa, da continue chiusure/riaperture in Cina e da un tasso di inflazione statunitense che a marzo ha fatto registrare il valore più alto dal 1982. Dal punto di vista puramente macroeconomico è quindi lo shock asimmetrico – crescita rivista al ribasso, inflazione rivista al rialzo – a preoccupare non solo gli investitori, ma anche i banchieri centrali.

La buona novella è la razionalità del mercato: la dinamica delle valutazioni, dei flussi di investimento e quindi anche delle performance è in linea con il libro di testo. Questo facilita non poco il lavoro di chi come il sottoscritto è costantemente alla ricerca di quella alchimia necessaria per battere gli indici di mercato, un moderno Sisifo destinato a spingere invano il macigno per aver osato sfidare gli dei. Il lettore mi perdonerà questa excursus nella mitologia greca, ma ogni investitore sa molto bene di cosa sto parlando! Torniamo al libro di testo della finanza. Una analisi approfondita delle dinamiche tra mercato azionario e obbligazionario ci conferma la razionalità dei mercati, offrendoci peraltro ottimi spunti per i prossimi mesi.

In particolare, mi vorrei soffermare su tre punti:

  • Ogni cash flow ha una sua duration, sia esso generato dai dividendi di una azione oppure dalle cedole di un bond. Questo per dire che ogni cash flow ha anche una sua sensitività ai tassi di interesse. Non sorprende quindi che l’indice S&P High Dividend sia positivo da inizio anno (+4.6%) e abbia sovraperformato l’indice S&P500 di addirittura 16.4 punti percentuali, avendo il primo un alto rendimento dei dividendi e quindi una duration contenuta. Simile la performance relativa tra stili di investimento “value” (-3.6% da inizio anno) e “growth” (-19.2%). Ancora più nel dettaglio, si nota lo stesso pattern anche tra i settori dell’S&P500, cioè una performance proporzionale al rendimento dei dividendi (es. utilities e staples battono discretionary e information technology).
  • I flussi di investimento hanno seguito una logica precisa: Riduzione del rischio di duration e riduzione del rischio geopolitico (leggi: Europa). Non sorprende quindi il continuo interesse per Wall Street, evidenziato peraltro dall’analisi dei flussi giornalieri sul mercato ETF. Peccato, perché per una volta il piano NGEU sembrava posizionare l’Europa al centro dell’interesse degli investitori internazionali. O forse questa prospettiva di integrazione e di crescita Europea rischiava di diventare una fonte di imbarazzo per altre macroaree?
  • Il tutto si riassume come sempre nel tasso di cambio. Anche qui non sorprende l’apprezzamento del 7.7% da inizio anno del biglietto verde rispetto all’euro. Non solo il differenziale tra i tassi d’interesse in USD e quelli in EUR, ma anche gli scenari di geopolitica e i conseguenti flussi di investimento in entrata sui mercati statunitensi hanno spinto l’indice valutario del dollaro ai massimi dal 2016.

Non è improbabile che i prossimi mesi siano accompagnati da una ulteriore accelerazione dell’inflazione, da tassi di interesse in ascesa nonché da persistenti timori di recessione. In questo contesto sarà proprio il principio di razionalità a indirizzare i portafogli azionari verso una limitata esposizione al tasso di interesse.

Ti potrebbe interessare

La Parola a Tentori

Rally di fine anno? (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 22 Novembre 2022 (15 min di lettura)
La Parola a Tentori

Recessione in Eurozona (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 15 Novembre 2022 (15 min di lettura)
La Parola a Tentori

Recessione USA: forse nel 2023? (Webinar)

  • A cura di Alessandro Tentori
  • 08 Novembre 2022 (15 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate, né la raccomandazione di una specifica strategia d'investimento o una raccomandazione personalizzata all'acquisto o alla vendita di titoli. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris – Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.