Azionario: pesa la paura di un’escalation della guerra, le trimestrali non bastano

  • 06 Maggio 2022 (3 min di lettura)

Inflazione elevata, potenziale rallentamento della crescita, e rialzi dei tassi d’interesse stanno portando molta incertezza sui mercati azionari. Dobbiamo aspettarci che la volatilità resti. Tuttavia, le pubblicazioni di risultati trimestrali di buona qualità hanno consentito ai mercati europei di moderare le perdite.

 

I mercati azionari europei hanno dovuto affrontare molti venti contrari ad aprile. A livello geopolitico, la guerra in Ucraina si sta impantanando mentre continua l'escalation verbale. A livello sanitario, la politica “zero Covid” della Cina sta portando a lockdown impressionanti e una conseguente continuazione dei problemi logistici globali che colpiscono fortemente alcuni settori. A livello economico, infine, l'inflazione continua a sorprendere al rialzo, giustificando la stretta monetaria della Federal Reserve e il rafforzamento del dollaro. Le pubblicazioni trimestrali, che sono piuttosto di buona qualità, hanno consentito ai mercati europei di moderare i ribassi.

 

Le buone trimestrali non bastano a sostenere tecnologici e consumo durevole

Anche sul mercato italiano, come su tutti i mercati europei, hanno pesato le preoccupazioni per un intervento più aggressivo da parte delle banche centrali, il rialzo dell’inflazione, e la paura per una possibile escalation del conflitto in Ucraina.

Nel mese d’aprile, il Ftse Italia All Share NT ha lasciato sul terreno il 2,10%. I settori difensivi come le utilities e i beni del consumo di base hanno giocato il loro ruolo di settori “rifugio”. I titoli dell’energia hanno approfittato ancora di un contesto di prezzi elevati. Al contrario, nonostante i buoni risultati trimestrali, i titoli tecnologici e del consumo di beni durevoli, maggiormente sensibili al ciclo economico, sono stati venduti sotto la pressione dell’aumento dei tassi a lungo e dell’inflazione, che pesano sui multipli di valutazione e sulle prospettive di consumo. 

In questo contesto, il nostro fondo AXA WF Framlington Italy, ha perso il 2,83% sulla Classe d’Azioni A EUR.1

Questa flessione, leggermente più marcata rispetto al mercato più ampio, è dovuta al fatto che il fondo è ancora penalizzato dall’assenza di esposizione a Eni e soprattutto ad Atlantia, salita di oltre il 20% a seguito dell'offerta pubblica di acquisto da parte del suo principale azionista, la holding della famiglia Benetton.

 

Occhi puntati su evoluzione dell’inflazione e aumento dei tassi

Nelle prossime settimane, al di là delle possibili ripercussioni della guerra in Ucraina, in particolare sulle forniture di gas all'Europa, l'evoluzione dell'inflazione e l'entità dell'aumento dei tassi al di là dell'Atlantico dovrebbero essere il principale focus degli investitori.

Queste due variabili (inflazione e tassi) rimangono fondamentali nel determinare la politica monetaria e continueranno a dettare l'andamento dei mercati azionari. La volatilità dovrebbe rimanere elevata in questo periodo di tensione e scarsa visibilità.

Le brutali rotazioni growth - value potrebbero continuare fino a quando le prospettive di crescita e le aspettative d’inflazione non si stabilizzeranno.

Riteniamo quindi più che mai opportuno mantenere un portafoglio equilibrato, limitando i pregiudizi di fattore e/o stile. Continuiamo ad essere selettivi nella scelta dei titoli e, pur continuando a privilegiare le società che offrono un reale potenziale di crescita del fatturato e/o dei margini, siamo anche alla ricerca di società che abbiano avviato un processo di trasformazione credibile del loro modello economico offrendo la prospettiva di un aumento della redditività e un potenziale di rivalutazione.     

  • AXA IM al 30 aprile 2022. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri.

Visita il nostro Fund Center

Azioni
AXA WF Framlington Italy

Per ulteriori informazioni sul prodotto (performance, documenti correlati, ecc.), visita il nostro Fund Center.

Scopri di più

Ti potrebbe interessare

Azioni

Titoli tecnologici: opportunità di crescita a lungo termine in un mercato volatile

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 26 Aprile 2022 (5 min di lettura)
Azioni

Azionario: utili trimestrali ancora forti spingono il rally

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 12 Novembre 2021 (5 min di lettura)
Azioni

Rischio inflazione: la forza dei nostri temi d’investimento è sul lungo periodo

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 29 Ottobre 2021 (5 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA Investment Managers Italia SIM S.p.A., Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, iscritta al n. 210 dell’albo delle SIM tenuto dalla CONSOB www.consob.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.

    Contenuto riservato ad investitori professionali

    Questa sezione del sito potrebbe contenere informazioni non appropriate e di non immediata comprensione per gli investitori retail. Confermo di essere un investitore professionale, come definito dall'art. 35 della Delibera Consob n. 20307 del 15 febbraio 2018, di essere in possesso delle conoscenze e dell’esperienza di investimento necessarie associate a tale profilo.