Investment Institute
Demografia

Perché il 2030 sarà un momento cruciale per l'economia della longevità

  • 13 Luglio 2022 (5 min di lettura)

La spesa degli over 65, a livello globale, arriverà a circa 15.000 miliardi di dollari entro il 2030. Nei prossimi anni, grazie all’evoluzione delle sue abitudini di consumo, questa fascia demografica dovrebbe aprire importanti opportunità d’investimento. Ecco i suggerimenti dei nostri esperti.

La fine di questo decennio segnerà un importante punto di svolta a livello demografico: l’ultimo dei ‘baby boomer’ compirà 65 anni1 .

In termini economici si tratta di uno dei gruppi di persone più importanti: infatti, se i baby boomer rappresentano circa il 22% della popolazione USA, possiedono il 53% della ricchezza del paese2 . A livello globale, si prevede che la spesa annua degli over 65 arriverà a circa 15.000 miliardi di dollari entro il 2030, dagli 8.700 miliardi di dollari del 20203 .

Per le sue dimensioni e per la sua relativa prosperità, questa fascia demografica ci sembra prospettare importanti opportunità nei prossimi anni, complice l’evoluzione delle sue abitudini di consumo in quattro aree principali di spesa: benessere, trattamenti terapeutici, assistenza agli anziani e spese discrezionali o ‘silver spending’.

 

Stili di vita più sani e più attivi

L’obiettivo al quale quasi tutti puntano non è soltanto di vivere più a lungo, ma anche di poter godere di un periodo più lungo di vita in buona salute. Ne consegue che molti baby boomer stanno adottando stili di vita più sani. Il provider di servizi sanitari Nuffield Health ha scoperto che gli over 65 nel Regno Unito sono i più assidui frequentatori di palestre, e gli iscritti che si allenano con più regolarità sono quelli che hanno già compiuto 72 anni4

Image

Tra le altre società che potrebbero beneficiare di questa fascia demografica sempre più attiva, a nostro avviso, figurano Planet Fitness e Basic Fit – quest’ultima, nell’ultima relazione annuale, ha dichiarato che l’aumento dell’aspettativa di vita e il desiderio di molti anziani di restare attivi sono stati tra i principali fattori alla base dell'espansione del suo business5 .

Le società sono sempre più consapevoli delle opportunità non sfruttate che presenta la clientela senior più attiva. Per esempio, nel 2019 Nike ha lanciato una nuova scarpa da running – la CruzrOne – specificamente studiata per chi corre a ritmo più lento6 , ma vediamo buone opportunità anche per le catene di abbigliamento sportivo, come Lululemon.

I baby boomer spendono molto, tra le altre cose, in integratori alimentari, prodotti per la pelle e cure odontoiatriche. Tra le società operanti in questo spazio che crediamo possano beneficiare a lungo termine di questa tendenza demografica si annoverano il campione dell’igiene personale e dentale Colgate-Palmolive, con prodotti che vanno dal dentifricio ai saponi liquidi e agli shampoo.

 

Trattamento e monitoraggio delle malattie

Per quanto sani e in forma cerchiamo di mantenerci, con l’invecchiamento aumenta il rischio di contrarre alcune malattie. Questo dato di fatto, associato ai crescenti tassi di obesità nella popolazione, fa aumentare il numero di persone affette da diverse patologie croniche – tra cui diabete, demenza senile e artrite – che devono essere gestite più a lungo. Sei adulti su dieci negli Stati Uniti soffrono di una malattia cronica, e quattro su dieci hanno due o più comorbidità7 .

Il trattamento di malattie croniche correlate all’età potrebbe gravare in modo sensibile sui sistemi sanitari di tutto il mondo e, a nostro avviso, le società che si occupano di gestire queste sfide con soluzioni innovative potranno consentire di ottenere risultati migliori, sia per i pazienti che per i fornitori di servizi sanitari e per gli investitori.

AstraZeneca è stata oggetto di grande attenzione all’inizio della pandemia grazie allo sviluppo del suo vaccino contro il coronavirus, ma la società è in prima linea anche per il trattamento delle malattie croniche. I suoi risultati per il terzo trimestre hanno evidenziato un aumento dei ricavi del 32% – e ben il 21% di tale incremento esclude il vaccino per il Covid-198 .

Per il produttore di dispositivi medicali Boston Scientific, la crescita nel quarto trimestre è stata trainata dal settore cardiovascolare, che si occupa di condizioni strettamente connesse all’invecchiamento9 . Mentre Edwards Lifesciences, azienda specializzata nella produzione di valvole cardiache artificiali, ha recentemente individuato nell’invecchiamento della popolazione uno dei principali motori della sua crescita futura10 .

 

Una crescente necessità di assistenza agli anziani

In conseguenza alla rapida espansione della quota di popolazione in età senile cresce anche la domanda di servizi di assistenza agli anziani, sia a livello domiciliare che in strutture dedicate.

Secondo Global Market Insights, il mercato dell’assistenza a lungo termine dovrebbe passare da un valore di 915 miliardi di dollari nel 2020 a 1.620 miliardi entro il 2027, in quanto le popolazioni invecchiano e le iniziative di sensibilizzazione dei governi – soprattutto negli Stati Uniti – promuovono il ricorso a servizi di assistenza a lungo termine11 .

Tra le società che potrebbero essere favorite da questo trend figura Amedisys, un fornitore di cure domiciliari che supporta i pazienti nel percorso di riabilitazione dopo un intervento/incidente, o nella gestione di una malattia cronica. La società si occupa anche di cure palliative nel fine vita.

Negli Stati Uniti, nei prossimi dieci anni compiranno 65 anni più di 10.000 persone ogni giorno12 . Questo apre una grande opportunità per le compagnie di assicurazione sanitaria. È emerso dalle ricerche condotte che, se queste società riusciranno a catturare annualmente solo l'1% di questa crescita di mercato, potrebbero registrare un incremento di fatturato annuo di 330 milioni di dollari12 . UnitedHealth è una di queste società di assicurazione e assistenza sanitaria; durante la pandemia ha potuto sfruttare la sua tecnologia per mettere in collegamento medici e pazienti, ma siamo convinti che possa avere anche buone prospettive di crescita a lungo termine14 .

 

La spesa per tempo libero, animali da compagnia e pianificazione finanziaria

Secondo un'indagine condotta dalla Federal Reserve prima della pandemia, negli Stati Uniti le persone di età compresa tra 65 e 74 anni in media sono la fascia di età con le maggiori disponibilità finanziarie15 . Nel Regno Unito, il 63% della ricchezza si concentra nelle mani degli ultracinquantacinquenni16 .

Le spese discrezionali di questa fascia di età sono piuttosto elevate e creano opportunità in molti settori, tra i quali le attività del tempo libero, i viaggi, i trattamenti estetici e molto altro.

Image

Per esempio, prima della pandemia, si prevedeva che la spesa per i viaggi dei baby boomer avrebbe superato di almeno il 50% quella della Generazione X o dei millennial17 .

Una delle società che ci sembrano interessanti in quesito spazio è Brunswick, azienda costruttrice di imbarcazioni da diporto. Nel 2021 ha registrato vendite record, con una crescita del fatturato netto nel quarto trimestre del 23%, nonostante alcune interruzioni della supply chain e carenze di manodopera in alcune sue sedi. L'età media degli acquirenti di motoscafi nuovi da diversi anni è sempre over 50, anche se, dall'inizio della pandemia, il settore ha visto crescere anche il numero degli acquirenti più giovani18 .

Molti anziani scelgono di adottare un animale da compagnia – negli USA, nel 2019 il 55% degli adulti tra i 50 e gli 80 anni di età possedeva un “pet”19 . Complessivamente, la spesa delle famiglie americane per gli animali domestici nel 2020 ha superato i 100 miliardi di dollari, e si prevede un ulteriore aumento20 . Zoetis, azienda specializzata nella salute animale, è una delle società del settore in cui si evidenzia un potenziale di crescita a lungo termine.

Con l'avvicinarsi dell'età della pensione, è probabile che la generazione dei baby boomer dedicherà più tempo alla pianificazione patrimoniale. Vediamo potenziali opportunità d'investimento, ad esempio, nella società di private banking Julius Baer, che nel 2021 ha registrato un balzo dell'utile netto del 55%21 .

Se l'economia della longevità riguarda le spese di persone di qualsiasi età, il potere d'acquisto della generazione più vecchia – unito alla maggiore disponibilità di tempo libero e alla crescente necessità di servizi sanitari – è indubbiamente significativo. Con l’ultimo dei baby boomer che compirà 65 anni entro il 2030, crediamo che questo sia un momento cruciale, che prelude a numerose potenziali opportunità di crescita nei prossimi anni.

  • Entro il 2030, chiunque sia nato tra il 1946 e il 1964 – la c.d. generazione dei baby boomer – sarà entrato a far parte della categoria degli ultrasessantacinquenni.
  • Baby Boomers - Visual Capitalist
  • The silver economy is coming of age: A look at the growing spending power of seniors (brookings.edu)
  • Those aged 72 are UK’s most regular gym users | Nuffield Health
  • Basic Fit Annual Report 2020 (basic-fit.com)
  • CruzrOne. Nike.com
  • Chronic Diseases in America | CDC
  • Year-to-date_and_Q3_2021_results_announcement.pdf (astrazeneca.com)
  • Q4 2021 Financial & Operational Highlights (bostonscientific.com)
  • Q4 2021 Earnings Release_FINAL (q4cdn.com)
  • Long Term Care Market Size & Share | Forecast Report 2027 (gminsights.com)
  • By 2030, All Baby Boomers Will Be Age 65 or Older (census.gov)
  • By 2030, All Baby Boomers Will Be Age 65 or Older (census.gov)
  • UnitedHealth Group Reports Forth Quarter Results
  • Changes in U.S. Family Finances from 2016 to 2019: Evidence from the Survey of Consumer Finances, Vol. 106, No. 5 (federalreserve.gov) / Here's the Average Net Worth of Americans Ages 45 to 54 (cnbc.com)
  • St. James’s Place 2020 full year results presentation, Feb 2020.
  • 9 Travel Trends and Habits of Baby Boomers (globenewswire.com)
  • Customer Profile | Info-Link Technologies Inc. / Boat Buyers Are Getting Younger, According To Recent Trends (dockmaster.com)
  • Poll: Pets help older adults cope with health issues, get active and connect with others: For some, time commitment, cost and allergies stand in the way of pet ownership -- ScienceDaily
  • Press Releases: Article Detail (americanpetproducts.org)
  • Julius Baer Full Year results 2021 (juliusbaer.com)

Ti potrebbe interessare

Demografia

Sostenibilità: come cambiano i consumi dei senior nell’epoca del climate change

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 01 Giugno 2022 (5 min di lettura)
Demografia

L’avvento delle megacittà: sette cose da sapere sui luoghi dove vivremo nel futuro

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 25 Maggio 2022 (5 min di lettura)
Demografia

Inflazione e disoccupazione post Covid: doppio colpo basso a Gen Z e Millennials

  • A cura di AXA Investment Managers
  • 04 Aprile 2022 (3 min di lettura)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA IM Paris - Sede Secondaria Italiana, Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, sito internet www.axa-im.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.