Santa is a hawk

  • 20 Dicembre 2021 (5 min di lettura)

We want to thank our readers for their attention and feedback throughout 2021 and wish you the best possible festive season and a great year 2022. The next Macrocast will come out on Monday 10 January.

Key points

  • More sanitary restrictions emerging as Omicron spreads.
  • The Federal Reserve (Fed)’s resolve to tighten quickly in 2022 looks strong. The European Central Bank (ECB) has pushed the debate on its rate lift-off to very late in 2022 or more likely to 2023.

Unfortunately, we cannot close this year without taking a hard look at the pandemic again. Confirming our concerns from last week, although more indications emerged that Omicron triggers less severe infections, in many advanced countries the speed of propagation coupled with the presence of a significant minority of unvaccinated individuals create such a threat to healthcare capacity that more severe sanitary measures are being implemented. This could make for a mediocre Q1 2022 in terms of economic activity.

Also in line with our expectations, central banks across the Atlantic reacted differently to the new threat. The Fed has been even more hawkish than we thought, penciling in three rate hikes next year.  Yet, the market still believes this early tightening would “nip inflation in the bud” without having to go far into restrictive territory, and the Fed itself signals that throughout its forecasting horizon running until 2024 the actual policy rate could remain below the equilibrium level. Still, an “overkill risk”, where the economy would slow down so much that inflation would in the medium run return to its below-target pace from before the pandemic, is clearly priced in by markets. We find evidence of this not just in inflation-indexed bonds but also in the relative performance of cyclical equities. The ECB is not in such a hurry and with its new “soft open-ended” quantitative easing (QE) has pushed the debate on its rate lift-off to very late in 2022 and more likely to 2023. We notice that their GDP forecasts are consistent with a positive output gap in 2023 and 2024, while they expect inflation to be below 2% by then. That reflects a strong belief at the central bank that, at least in Europe, the bar to exit from the pre-pandemic low inflation regime is high, for all the hawks’ increasingly public concerns.

Ahead of the Christmas break, we sketch out the issues which will be on our radar in January: the possibility of an escalation in Ukraine, the risk that China’s zero Covid policy triggers a significant disruption in supply over there if Omicron takes hold, which would add to the global bottlenecks, and finally scenarios for a political upset in Italy around the presidential elections.

Three issues on our radar for January: escalation in Ukraine, the risk of severe supply-side disruption in China because of the “zero Covid” policy, possibilities of political upset in Italy around the presidential elections.

Download the insight
Download report (541.05 KB)

    Disclaimer

    Prima dell’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate, si prega di consultare il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). Tali documenti, che descrivono anche i diritti degli investitori, possono essere consultati - per i fondi commercializzati in Italia - in qualsiasi momento, gratuitamente, sul sito internet www.axa-im.it e possono essere ottenuti gratuitamente, su richiesta, presso la sede di AXA Investment Managers. Il Prospetto è disponibile in lingua italiana e in lingua inglese. Il KIID è disponibile nella lingua ufficiale locale del paese di distribuzione.

    I contenuti pubblicati nel presente sito internet hanno finalità informativa e non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto, alla sottoscrizione o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

    Il presente sito contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente sito non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente sito internet non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi sono solo indicativi e non sono garantiti in alcun modo. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito.

    Ancorché AXA Investment Managers impieghi ogni ragionevole sforzo per far sì che le informazioni contenute nel presente sito internet siano aggiornate ed accurate alla data di pubblicazione, non viene rilasciata alcuna garanzia in ordine all’accuratezza, affidabilità o completezza delle informazioni ivi fornite. AXA Investment Managers declina espressamente ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite derivanti, direttamente od indirettamente, dall’utilizzo, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, delle informazioni e dei dati presenti sul sito.

    AXA Investment Managers non è responsabile dell’accuratezza dei contenuti di altri siti internet eventualmente collegati a questo sito. L’esistenza di un collegamento ad un altro sito non implica approvazione da parte di AXA Investment Managers delle informazioni ivi fornite. Il contenuto del presente sito, ivi inclusi i dati, le informazioni, i grafici, i documenti, le immagini, i loghi e il nome del dominio, è di proprietà esclusiva di AXA Investment Managers e, salvo diversa specificazione, è coperto da copyright e protetto da ogni altra regolamentazione inerente alla proprietà intellettuale. In nessun caso è consentita la copia, riproduzione o diffusione delle informazioni contenute nel presente sito.  

    AXA Investment Managers può decidere di porre fine alle disposizioni adottate per la commercializzazione dei suoi organismi di investimento collettivo in conformità a quanto previsto dall'articolo 93 bis della direttiva 2009/65/CE.

    AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il contenuto del presente sito internet senza preavviso.

    A cura di AXA Investment Managers Italia SIM S.p.A., Corso di Porta Romana, 68 - 20122 - Milano, iscritta al n. 210 dell’albo delle SIM tenuto dalla CONSOB www.consob.it.

    © 2022 AXA Investment Managers. Tutti i diritti riservati.